IL CASO RIFIUTI

LIQUIDAZIONE MAI INCASSATA: AVVOCATI DEGLI OPERAI TRADECO IN BANCA QUESTA MATTINA PER RITIRARE 30 DEI 53 ASSEGNI DEI TFR DIPENDENTI

In ballo circa 300mila euro di soldi non pagati dall'ex appaltatrice dei rifiiuti fra tfr e tredicesime

Stampa Home
Articolo pubblicato il 19/05/2017 alle ore 11:39.
LIQUIDAZIONE MAI INCASSATA: AVVOCATI DEGLI OPERAI  TRADECO IN BANCA QUESTA MATTINA PER INCASSARE I 53 ASSEGNI DEI TFR DIPENDENTI 2
Gli avvocato Maria Josè e Salvatore Sciortino all'ingresso di Banca Carige a Imperia

IMPERIA - Questa mattina ii legali dei 53 lavoratori Tradeco che da mesi attendono ancora la liquidazione del loro Tfr da parte dell'azienda ex appaltatrice della raccolta rifiuti a Imperia e comprensorio, si sono presentati alla Banca Carige di via Berio, che svolge il servizio di tesoreria del Comune, per incassare gli assegni di almeno una trentina di 53 lavoratori ai quali nè l'azienda né il comune (come responsabile in solido) ha mai corrisposto un euro.  In questo momento gli avvocati Sciortino sono ancora in banca e la discussione è in corso. Nei mesi scorsi vi erano stati diverse pronunce giudiariarie sulla chiamata in causa del comune come terzo debitore rispetto ai crediti vantati da Tradeco dai 53 ex dipendenti.

In particolare erano stati inizialmente pignorati circa 300mila euro del comune presso la Tesoreria  di Banca Carige  (LEGGI QUI). Il tribunale nell'aprile scorso riconobbe il comune debitore terzo nei confronti dei lavoratori, anche se contestualmente dichiarò inammissibile la chiamata in causa del comune operata dalla stessa Tradeco

(Leggi QUI) per la dichiarazione dei legali all'uscita dall'istituto bancario

(LEGGI QUI) le altre notizie de la-riviera.it

Territori

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica