MILLE EURO DI AMMENDA PER LA PASSEUR NO BORDER 29ENNE FRANCESCA PEIROTTI

Nella sua deposizione, la giovane imputata ha raccontato ai giudici di non aver scelto, a caso, gli stranieri da portare in Francia, ma di conoscere gli stessi e che avrebbe continuato a seguirli anche una volta espatriati

Stampa Home
Articolo pubblicato il 19/05/2017 alle ore 11:41.
MILLE EURO DI AMMENDA PER LA PASSEUR NO BORDER 29ENNE FRANCESCA PEIROTTI 4
MILLE EURO DI AMMENDA PER LA PASSEUR NO BORDER 29ENNE FRANCESCA PEIROTTI 4

Ventimiglia - Il tribunale di Nizza ha condannato a mille euro di ammenda, Francesca Peirotti, 29 anni, la no border di Cuneo arrestata, il 9 novembre scorso, a Mentone, dove le autorità francesi l'hanno trovata con otto stranieri irregolari nascosti nel proprio furgone.

Lo ha reso noto, con un annuncio dalla propria pagina Facebook, un'altra attivista che ha seguito l'udienza della ventinovenne. Nel corso della requisitoria alla scorsa udienza, il pubblico ministero aveva chiesto una pena a 8 mesi di reclusione, e due anni di interdizione dal territorio francese.

Nella sua deposizione, la giovane imputata ha raccontato ai giudici di non aver scelto, a caso, gli stranieri da portare in Francia, ma di conoscere gli stessi e che avrebbe continuato a seguirli anche una volta espatriati. Il 27 aprile scorso veniva assolto con formula piena, in tribunale a Imperia: Felix Croft, 28 anni, il passeur umanitario francese, arrestato nel luglio scorso, alla barriera autostradale di Ventimiglia, mentre all'interno della propria auto, una Citroen station wagon, tentava di portare in Francia una famiglia di migranti nigeriani composta da: marito, moglie, due bambini e il fratello del marito.

Fabrizio Tenerelli

Territori

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica